Come scegliere un’agenzia di sicurezza

È triste ammetterlo, ma la sicurezza aziendale non è mai abbastanza. Dati alla mano, i tentativi di effrazione furto o atti vandalici all’interno o all’esterno di uno stabile sono in costante aumento negli ultimi tempi. Per questo la maggior parte delle imprese sul territorio ha investito in sistemi di sorveglianza e di protezione per tutelarsi da un fenomeno che danneggia le attività e il patrimonio.

Uno dei più efficaci e diffusi è quello di rivolgersi alle agenzie di sicurezza, aziende specializzate nel fornire servizi di vigilanza privata per il controllo diurno o notturno di locali, uffici o capannoni.

Se però non si conosce il settore, scegliere un’agenzia di sorveglianza può essere complicato. Vediamo come rendere più semplice la ricerca, con particolare attenzione alla città di Milano.

vigilanza privata

Quale servizio di sicurezza richiedere

Per prima cosa, le agenzie di security sul territorio offrono servizi di vigilanza differenziati a seconda delle richieste del cliente. Conoscerli aiuta sicuramente a selezionare quello più adatto alle proprie e, di conseguenza, l’agenzia di sicurezza più preparata a svolgerlo.

In contesti diurni, aziende o uffici provvisti di ingresso con portineria possono richiedere il servizio di portierato, cioè rivolgersi a un sorvegliante addestrato per registrare le persone in entrata e uscita, gestire il sistema di sorveglianza dello stabile o occuparsi della chiusura serale dell’edificio.

Un livello di sicurezza maggiore è costituito dal servizio di guardiania, che prevede la sorveglianza di immobili, cantieri, stabilimenti industriali o attività commerciali. Il personale in divisa si occupa di piantonare le vie di accesso, oppure effettuare regolari perlustrazioni esterne o interne.

Tra i compiti più richiesti alle agenzie di sicurezza troviamo poi la sorveglianza notturna, con l’obiettivo di proteggere o salvaguardare l’integrità dell’azienda dalle frequenti minacce nelle ore della notte.

Differenza tra sicurezza armata e non armata

Un aspetto poco noto ma fondamentale quando bisogna scegliere un’agenzia di sicurezza è il tipo di sorveglianza che si vuole ricevere. Alcune compagnie di security forniscono un tipo di vigilanza armata (attiva) con guardie giurate, altre invece svolgono un servizio di sorveglianza non armata (passiva). E’ quest’ultimo il caso dell’agenzia di sicurezza e vigilanza Fe.Pa. attiva a Cuneo.

La vigilanza attiva è un servizio di nicchia, richiesto in contesti in cui la sicurezza personale è a rischio come trasporto valori o piantonamenti antirapina. Il possesso di un’arma, infatti, non è un grosso deterrente per malintenzionati.

A fare la differenza è piuttosto la presenza di una guardia (o un team) di professionisti. Ecco perché la vigilanza non armata è il servizio di sicurezza privata più diffusa.

La professionalità, un fattore rilevante

Quando bisogna scegliere a quale agenzia affidare la propria sicurezza la professionalità della security è uno dei fattori più importanti, non solo dell’amministrazione ma anche (e soprattutto) degli incaricati che operativamente dovranno garantire custodia e protezione.

È importante che siano guardie formate e addestrate per intervenire, riservate e disponibili. Una buona agenzia di sorveglianza garantisce personale privo di procedimenti penali, in divisa e tessera di riconoscimento, con forte senso del dovere e una condotta civile adeguata.

Inoltre i custodi e i sorveglianti devono essere ben equipaggiati, anche nel caso in cui svolgano un servizio di vigilanza non armata. Un’agenzia di sicurezza all’altezza dovrà fornire i suoi uomini di cinturone, torcia, radio o cellulare. In contesti a rischio, un buon personale dovrà possedere anche giubbotto antiproiettile, calzari tecnici o caschi di protezione.

Lascia un commento