Guida alla scelta del professionista: 5 cose da valutare

In ogni momento della vita ci si può trovare di fronte alla necessità di doversi rivolgere ad un professionista in uno dei molti settori legati a tecnologie, salute, problemi legali o altro. Se un tempo ci si rivolgeva alle pagine gialle, oggi il primo punto di riferimento per trovare un professionista è sicuramente la rete.

Ma come fare a riconoscere tra le tante proposte quella che veramente può garantire sicurezza e risolvere il proprio problema senza rivelarsi una scelta sbagliata? In questa guida verranno indicati i principali parametri da prendere in considerazione quando si deve scegliere un professionista. Si vuole subito sottolineare che si tratta di una pagina non specifica per una categoria, ma che permetterà di riconoscere gli aspetti più importanti da valutare nella scelta di qualsiasi figura professionale, indipendentemente dal campo in cui essa opera. Pertanto, anche se il nostro sito presenta i migliori professionisti, le seguenti indicazioni sono valide per tutte le città d’Italia!

5 cose da scegliere professionista

Uno dei principali elementi da prendere in considerazione quando si è alla ricerca di un professionista è sicuramente il suo sito internet o il canale social. Oggi la maggior parte dei professionisti dispone di un sito internet o di un canale social tramite il quale promuove la propria attività. Sul sito o sulle pagine dei social, i migliori tecnici ed esperti in determinati campi e settori evidenziano non solo la propria formazione, ma anche gli interventi e i lavori svolti. In tal modo, nel momento della scelta si potranno valutare le competenze e le capacità della persona alla quale ci si vuole rivolgere. Naturalmente, questo è solo uno degli aspetti che vanno valutati prima di contattare un professionista. Di seguito verranno indicati alcuni principali parametri che devono essere presi considerazione quando si deve trovare un professionista per le proprie esigenze.

Il nome

Inutile negarlo: quando si tratta di contattare un professionista si preferirà sempre contattare qualcuno che si conosce o di cui si è sentito parlare da amici e conoscenti in maniera ottimistica. Ma se non si hanno nomi di riferimento allora bisognerà cercare, come detto prima, tra i diversi riferimenti presenti sulla rete. Per evitare di rivolgersi a quanti non sono ufficialmente autorizzati a operare in un determinato settore è fondamentale controllare che la persona alla quale ci si rivolge sia iscritto a un albo specifico o che presenti una partita IVA. Quest’ultima assicura al professionista di rilasciare regolari fatture relative al lavoro svolto.

Tuttavia il principale passo da compiere per assicurarsi dell’effettiva professionalità della persona che si intende chiamare è quella di controllare la sua iscrizione a un albo specifico. Si tratta di un passaggio fondamentale. Si sente spesso parlare di pseudo-professionisti che operano senza avere le adeguate autorizzazioni: per evitare di incorrere in queste situazioni è pertanto necessario assicurarsi che la persona alla quale ci si rivolge abbia tutte le carte in regola per poter svolgere il lavoro richiesto.

Sul sito internet o sulle pagine social di alcuni professionisti è possibile trovare foto e video di interventi già effettuati: questi rappresentano vere e proprie referenze che permettono di conoscere le modalità di lavoro della persona e, allo stesso tempo, valutare la qualità dei risultati. Si tratta sicuramente del modo più pratico e immediato che un tecnico ha per mostrare le proprie competenze e, quindi, per mettere in evidenza le proprie capacità. Inutile sottolineare che, per i professionisti, la possibilità di dimostrare a un largo pubblico le proprie competenze significa poter allargare il giro dei potenziali clienti. Per questo motivo è bene controllare sempre con attenzione i lavori postati in rete da aziende, studi professionali e liberi professionisti in modo da poter valutare in prima persona i risultati.

Il sopralluogo o il primo incontro

Un professionista serio e affidabile per prima cosa deve comprendere bene quale sia il problema per cui viene contattato. Se si chiama un tecnico per lavori a casa, questi dovrà richiedere di poter effettuare un sopralluogo. Solo in questo modo, infatti, potrà valutare con attenzione tutti gli aspetti tecnici e logistici che gli permetteranno di comprendere come intervenire. Naturalmente non si sta parlando di interventi semplici come può essere un rubinetto che perde o un tubo otturato: in questi casi, infatti, si potrà procedere subito alla risoluzione del problema senza che sia necessario effettuare il sopralluogo preventivo. Questo è invece necessario quando ci sono da effettuare interventi molto più importanti, che interessano gli impianti o le strutture murarie.

Quando invece si cerca un professionista del settore estetico, sanitario, commerciale o legale, non si parla di sopralluogo ma di primo incontro. Durante questo primo incontro, il cliente potrà spiegare quali sono i problemi o le esigenze e il professionista potrà valutare, in base a quanto esposto, il tipo di intervento da effettuare. Questo iter può essere considerato comune a un ampio ventaglio di settori. Se si tratta di un intervento estetico o sanitario una prima visita permetterà di comprendere a fondo il problema e permetterà di definire un piano di intervento; se, invece, si tratta di consulenze legali, economiche o commerciali, durante il primo incontro il professionista potrà acquisire tutte le informazioni tecniche necessarie per una corretta valutazione della situazione e trovare la strategia più idonea alla risoluzione del problema per il quale si è dovuti ricorrere al suo intervento.

professionista

Sopralluogo e primo incontro possono essere gratuiti o meno a seconda del professionista al quale ci si rivolge e a seconda del tipo di intervento che si richiede. Per non incorrere in sorprese può essere buona norma chiederne il costo nel momento in cui si prende contatto con il professionista stesso, sia tramite telefono che direttamente attraverso il sito internet o la pagina social.

Il preventivo

Il sopralluogo e il primo incontro sono fondamentali per poter comprendere il tipo di intervento e stilare un preventivo. Questo può essere effettuato sul posto e consegnato subito oppure essere consegnato in un secondo momento, dopo aver valutato con attenzione tutti i parametri e gli elementi necessari per poter concludere il lavoro richiesto.

Quando si parla di preventivo è bene evidenziare una serie di elementi da prendere in considerazione. Per prima cosa, il preventivo deve essere dettagliato: in esso vanno riportati con la massima precisione tutti i tipi di materiali necessari per lo svolgimento del lavoro, i tempi e le modalità di pagamento. Esso rappresenta un vero e proprio vincolo tra il professionista e il cliente. Una volta sottoscritto e accettato non si può operare con materiali differenti o in modalità diverse se non dopo aver stipulato un nuovo accordo. Il preventivo, infatti, a differenza di quanto si possa credere, non rappresenta un’indicazione generica sulle possibili spese ma un documento dettagliato e specifico sulle spese effettive che si dovranno affrontare.

I migliori professionisti spesso stipulano più di un preventivo, per permettere al proprio cliente di valutare, in base alle proprie disponibilità economiche, quale tipo di spesa effettuare. In tal caso i preventivi possono differire per tipologia e la qualità dei materiali utilizzati, per i tempi del completamento del lavoro o per altri fattori. In altri casi la definizione dei mezzi e degli strumenti di intervento viene effettuata dal professionista insieme al cliente, in modo che la valutazione dei diversi parametri possa essere effettuata in tempo reale per la stesura di un unico preventivo che coniughi le esigenze del cliente con le necessità tecniche del professionista.

Se non si è convinti delle spese proposte, si potrà decidere di chiedere altri preventivi a diversi professionisti. In tal modo ci si potrà rendere conto della spesa media effettiva. Bisogna subito sottolineare che nel caso in cui si richiedano preventivi differenti, è sempre meglio diffidare da quelli troppo economici. Un preventivo di questo tipo, infatti, spesso nasconde l’uso di materiali di bassa qualità o di competenze non adeguate al tipo di intervento che si deve effettuare. Se è vero che spesso la spesa per richiedere l’intervento di un professionista è elevata, è necessario ricordare che le competenze vanno pagate. Come si sente spesso dire negli ultimi tempi, infatti, “Se credi che un professionista ti costi troppo è perché non hai idea di quanto ti costerà alla fine un incompetente”. Si tratta di una frase che racchiude in sé tutta l’importanza di rivolgersi a un professionista serio e competente: cercare di risparmiare, significa spesso dover ricorrere a continue riparazioni e interventi per i quali, alla fine, si arriverà a spendere molto di più rispetto a quanto richiesto inizialmente dal professionista stesso!

Le modalità di pagamento

Quello che riguarda le modalità di pagamento può essere considerato spesso un tasto dolente. Non sono pochi, infatti, i professionisti che richiedono pagamenti in contanti e non rilasciano fatture proponendo piccoli sconti sui costi finali. Per quanto questa proposta possa sembrare allettante, si tratta di un compromesso che non conviene accettare in nessun caso. Non poter dimostrare l’avvenuto pagamento, infatti, non permetterà di tutelarsi in caso di problemi legati al lavoro effettuato dal professionista. Per questo motivo, sono assolutamente da evitare quanti non rilasciano fatture o non accettano tipologie di pagamenti tracciabili.

I professionisti più seri, inoltre, offrono la possibilità di pagare l’importo in diverse trance. A seconda del tipo e della durata dell’intervento, quindi, si potrà provvedere a un primo pagamento a inizio lavori e al versamento della somma finale a lavori terminati. Quando non si tratta di interventi lunghi ma di appuntamenti continui nel tempo, solitamente i pagamenti vanno effettuati sul momento: si pensi ad esempio a interventi di tipo sanitario o a consulenze. In questo caso i pagamenti vengono effettuati solitamente sul posto ma è sempre buona norma richiedere una regolare fattura relativa alla spesa effettuata.

La tracciabilità della spesa effettuata per l’intervento di un professionista è fondamentale per il cliente soprattutto in determinate situazioni: in molti casi, infatti, come per interventi nel settore sanitario o per particolari interventi ad impianti domestici, è possibile ottenere specifiche agevolazioni fiscali.

L’area geografica

Non tutti ci fanno caso, ma nella maggior parte dei casi si sceglie sempre di rivolgersi a professionisti che operano a livello regionale se non provinciale. Un professionista è facile che operi in tutta la regione, se è tra i migliori della sua categoria! Questo aspetto può essere considerato vantaggioso o meno a seconda dei casi. Sicuramente in ogni regione o provincia esistono ottimi professionisti in grado di garantire interventi di alto livello, siano essi di tipo prettamente tecnico o legati a consulenze di vario tipo. La vicinanza, inoltre, incide molto sui costi: non si può negare che sia molto più economico rivolgersi a un tecnico che vive nelle vicinanze piuttosto che a uno che opera in un’altra provincia o regione. In molti casi, non si deve valutare solo in risparmio economico necessario per lo spostamento, ma anche quello relativo al tempo che si impiega per raggiungere una destinazione più lontana.

colloquio

Diverso è, invece, il caso in cui si è alla ricerca non di un professionista qualsiasi ma di un vero esperto, per interventi di nicchia. In queste situazioni trovare una persona in grado di risolvere il proprio problema può significare doversi rivolgere a professionisti che hanno studi o officine in aree geografiche distanti da quella del cliente. Si tratta naturalmente di situazioni molto specifiche: può essere ad esempio il caso di professionisti artigiani specializzati in particolari lavorazioni del legno o dei metalli, oppure di consulenti esperti in specifiche situazioni legali, commerciali estetiche o sanitarie. In questi casi è inutile evidenziare che la spesa media degli interventi può risultare molto elevata non solo per problemi di distanza, ma anche per motivi legati alle competenze specifiche e alle specializzazioni del professionista stesso.

Per concludere

La scelta del professionista al quale affidare un lavoro, di qualunque natura esso sia, non deve essere mai effettuata in maniera superficiale. Per avere la certezza di poter contare su una persona qualificata e competente è necessario controllare con attenzione diversi parametri, come quelli riportati nel nostro sito www.ilprofessionista.net. Non sempre, infatti, si ha la possibilità di trovare un professionista di fiducia, in grado non solo di risolvere un determinato problema, ma anche di indirizzare il cliente verso colleghi che effettuano interventi in altri settori: questa possibilità è fondamentale quando è necessario intervenire in campi differenti da quello in cui egli stesso opera.

Si deve poi dare fondamentale importanza al primo contatto che si ha con il professionista stesso: la chiarezza e la trasparenza dei modi e delle parole del professionista sono fondamentali per comprendere il problema e le strategie di intervento necessarie alla sua soluzione. Solo avendo ben chiari gli aspetti da sviluppare prima, durante e dopo l’intervento si potrà comprendere meglio il preventivo proposto e valutare se affidare il lavoro a quella persona specifica o se si preferisce rivolgersi a un altro professionista.

I professionisti presenti nel sito

Guida alla scelta dell’avvocato

Avvocato a Padova Avvocato a Milano

Trova il commercialista

Trova l’idraulico